La curiosità è donna
settembre 26
TOP OF THE POST #5 – AmicheMamme
settembre 29

Il compleanno di un’amica

Qualche giorno fa, precisamente il 25 settembre, è stato il compleanno di una mia cara amica, amica che però non sento più da tempo. E mentre la pensavo, ho avuto di che pensare.

Avete presente quelle amiche con le quali condividi uscite, passioni, lavoro, gente con cui esci, capo-danni ( proprio così, nel senso di danno.), anche qualche vacanza, hai un ottimo rapporto anche con tutta la sua famiglia, il suo fidanzato ( per la precisione 3 nel periodo in cui siamo state vicine), i suoi flirt…insomma avete capito, no?

nmf

Poi nella tua vita capita (perché capita!) un figlio, un trasferimento e ppuff! tutto in fumo, anzi no, volatilizzato. E ci rimani di merda se piano piano non vi sentite più, perché magari tu vorresti sentirla, ma hai tanto da fare con un pupo, lontano dalla tua città, e quindi le telefonate si diradano, così come le mail, e ti rimane l’amaro in bocca perché ti chiedi su cosa allora si basava tutto. E badate bene, so che sicuramente di errori ne ho fatti anche io, però poi se ad una persona si tiene sul serio, passi sopra l’orgoglio ( ed Emy lo sa!), i problemi nella vita sono altri e vivere di rancore e ripicche ho imparato che serve solo ad avvelenarti l’esistenza.

Questa riflessione è venuta in concomitanza con un tweet che abbiamo condiviso su Twitter come Amichemamme ma sappiatelo, l’ha scritto Emy. E in naturalezza tutta la nostalgia si è tramutata in sorrisi e felicità…perché alla fine, chi vuole esserci c’è e resta, chi invece non vuole gira i tacchi e se ne va. E pensi che non hai perso niente, hai passato dei bei momenti, ma tanti altri ne verranno. Alla fine le persone su cui si può contare sono veramente poche, pochissime direi, e i bei ricordi sono lì anche quelli, e magari poi racconterò a mia figlia le pazzie che faceva la sua mamma ( con la speranza che eviti di farlo anche lei che altrimenti mi sento male!!! ahahahah!!!), e anche a mio figlio, e rideranno anche loro come ha riso la sua mamma…

La vita è questo, ti pone sul cammino tante persone, occasioni, avventure, sta a noi prenderle, “masticarle” e andare avanti prendendo il meglio da tutto e da tutti e dando il massimo per ogni cosa. Che se poi però ti ritrovi con un pugno di mosche in mano, sai che tu hai fatto tutto ciò che doveva essere fatto, né più né meno. E poi nella vita ci sono i punti fissi, di riferimento, i pilastri. Io ce li ho, e con un pilastro stiamo costruendo questa realtà che anche se siamo distanti ci tiene vicine vicine… nonostante i figli, il lavoro, la vita. #FF

ff23

-Lav-

Comments

comments

Lav
Lav

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!