E’ giusto fare la prima elementare a 5 anni? Le risposte della Maestra

Test di Apgar e prime cure del neonato
4 febbraio 2015
Mamme: Dieta e sport. #ThisGirlCan, #RunningforMommies, #ashleygraham e #sportsillustrated
9 febbraio 2015

E’ giusto fare la prima elementare a 5 anni? Le risposte della Maestra

tr

Carissime amiche, oggi sono qui per parlarvi di scuola. Beh si, ultimamente è l’argomento principale dei miei pensieri, ne parlo tanto perché sto vivendo come dire il peggio della scuola pubblica italiana. Piccolo spot di aggiornamento: qui vi avevo parlato della situazione fisica della scuola di mio figlio: ad oggi la situazione invece di migliorare peggiora. Nonostante stiano facendo i lavori, continua a piovere nei corridoi, mancano i riscaldamenti in alcune classi della primaria e, notiziona delle ultime ore, il tetto della sezione infanzia è allagato ma i vigili del fuoco assicurano che non c’è alcun pericolo. Sarà….ma la cosa che questa sarà la scuola poi per i prossimi 5 anni…poco mi rincuora. Comunque, l’argomento di cui vorrei parlare oggi è l’età in cui è meglio l’iscrizione alla prima elementare.

L’Imperatore a marzo compirà 6 anni, dunque l’iscrizione tramite il sito della pubblica istruzione è stata fatta. Molti, a volte io stessa quando il pupo era piccolo, mi dicevano ” è nato a marzo, quindi potrà fare la prima a 5 anni, inizia a settembre ma poi si ritroverà avanti con gli studi” e in fondo non ci vedevo nulla di male, d’altronde io nata a febbraio ho fatto la “primina”. Adesso sono di tutt’altro avviso. Perché se è vero che mio figlio sa già leggere, scrivere, fare addizioni e sottrazioni, è vero dall’altra parte che non l’ho visto maturo abbastanza per entrare in classe in prima. E mentre tutti mi dicevano “peccato, il bambino poteva andare in prima!” dall’altra parte rispondevo “No, ho preferito fargli fare un altro anno di asilo perché non è abbastanza maturo da poter stare in classe seduto lì  a scrivere, ha ancora bisogno di capire che la scuola non è gioco come l’asilo e ho preferito lasciarlo all’infanzia per un altro anno!” e poi giù di “Ma, allora si annoierà in prima, se sa già scrivere e leggere…”

Carissimi genitori, pensateci bene quando decidete di far fare la prima a 5 anni ai vostri figli. Perché anche se poi compiranno 6 anni durante l’anno scolastico, magari non sono pronti emotivamente, e si creerà un piccolo disagio in loro. Senza contare il trauma se per caso iniziassero la primaria e poi si rendessero conto di non potercela fare, ma non perché incapaci, ma perché immaturi! Tornare poi alla scuola dell’infanzia…pensate l’idea nella loro mente! Sentire di deludere le aspettative dei genitori, di tutti. Io dico NO, e sempre per tornare alla stessa idea esposta anche qui: ASCOLTATELI I VOSTRI FIGLI, NON SONO UN TROFEO DA MOSTRARE PER DIRE CHE “BRAVO A 5 ANNI VA IN PRIMA PERCHÉ È UN GENIO CHE SCRIVE E LEGGE!” E VOI A PAVONEGGIARVI…NO!

Per dovere di cronaca vorrei proporvi il punto di vista di una professionista del settore, una maestra che da anni vede prime elementari e ormai ha la sua esperienza, l’insegnante Nicoletta Torregrossa che ringrazio per il suo tempo.

Lav Ci sono particolari “problemi”riscontrati con i bambini detti “anticipatari”? Ci sono delle note positive?

Maestra Nicoletta Torregrossa Altro che se ci sono problemi. Il bambino anticipatario, specialmente quello che compie i 6 anni dopo il mese di marzo, manifesta un forte disagio per l’inserimento nel gruppo classe, che comunque ha già compiuto i 6 anni e dimostra quella maturità emotiva che gli consente di vivere la giornata scolastica serenamente e di socializzare con i compagni. Per non parlare poi del primo periodo dell’anno scolastico, che rappresenta un “trauma”anche per i bambini con la giusta età, e li devono consolare e trovare soluzioni per convincerli a non piangere! Giochi, giocattoli e regalini sono spesso la soluzione, ma talvolta non sono bastevoli e l’insegnante deve chiamare la loro mamma; figuriamoci per i bambini anticipatari cosa succede, addirittura alcuni ritornano nella scuola dell’infanzia, e spesso e volentieri le stesse insegnanti avevano sconsigliato ai genitori la frequenza della prima elementare. Comunque gli anticipatari, anche se riescono ad inserirsi nella classe, manifestano sempre una costante immaturità per il livello comportamentale e cognitivo che si porteranno nelle classi future.

Lav – Invece con i bambini che iniziano a frequentare la scuola primaria dopo quell’anno in più di infanzia, ci sono problemi o solo note positive?

Maestra- Certamente i bambini che frequentano la prima classe con 6 anni compiuti,non hanno quell’ansia e paura del nuovo come quelli anticipatari. Dopo l’accoglienza della maestra ( fatta con molta professionalità), i bambini si ambientano, si affezionano e il gruppo classe cresce nel tempo sia emotivamente che cognitivamente.

Lav- Cosa si sentirebbe di dire ai genitori che insistono a iscrivere i propri figli “sotto età” perché sanno già scrivere e leggere?

Maestra- Dovrebbero leggere testi di psicologia e pedagogia per capire fino in fondo l’argomento. Comunque quello che mi sento di dire è : Osservate i vostri figli, siate capaci di leggere dentro di loro, captate se il vostro bambino è pronto per studiare, stare seduto al banco per tante ore, fare i compiti a casa. Credetemi, insistere è solo un atto di violenza psicologica.

Lav- Dunque, quando è il momento giusto?

Maestra- Avere 6 anni compiuti, non importa se in itinere compirà 7 anni. Ascolta meglio la maestra, si abitua alle regole di classe, si relaziona con i compagni serenamente facendo subito amicizia, studia con piacere e volontà. Tutte note positive dettate da quella maturità emotiva che li contraddistingue.

Dunque, cari genitori, ovviamente fate come vi pare, se siete genitori di un piccolo Einstein fate pure, ma pensateci bene. Lo dico sempre, i figli sono delle personcine, vanno rispettati i tempi di sviluppo emotivo, non sono dei trofei usati per pavoneggiarsi!

Lav

Comments

comments

Lav
Lav

3 Comments

  1. Giusi ha detto:

    Leggo solo adesso!
    Io appartengo alla categorie di mamme che preferiscono aspettare…
    La mia Elena è nata a maggio e andra’ in prima elementare a sei anni compiuti….
    Molti mi hanno criticata, mio marito stesso che ha fatto la primina sperava che potessimo farla fare a lei, ma per fortuna la maestra dell’asilo ha sotenuto la mia tesi, ovvero è troppo immatura per andare in prima, nonostante anche lei scrive e legge di gia’!
    Ma poi mi chiedo qual’è la fretta?

    • Mary ha detto:

      Ma a maggio non avrebbe potuto anticipare l’anticipo è per bimbi nati prima

      • Le Briscole ha detto:

        Cara Mary…

        strano ma vero ma capita che ci sono questi casi proprio per bambini molto avanti.
        Farli frequentare la prima a soli 5 anni perché ne hanno già le capacità.
        Anche una mia compagna di elementari ( calcola che io adesso ho 40 anni!!) compiva 6 anni a maggio ma ha iniziato a frequentare la prima insieme a me (che ne compivo 6 a febbraio e quindi ero comunque anticipataria sebbene di poco!).

        Come ho detto però penso dipenda sempre dai casi singoli.

        Un saluto!
        Lav

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!