Un buongiorno di dolcezze – Biscottini di frolla montata
11 marzo 2015
19 marzo: Festa per tutti, proprio tutti, i papà?
16 marzo 2015

Ciao mamma, guarda come ti ho divelto!

Reduce da una notte in cui mia figlia ha deciso di stare sveglia fino alle 2.30, in preda al sonno ho avuto come delle allucinazioni sonore. Me la immaginavo che mi parlava con aria ironica e si prendeva gioco di me (leggi: mi prendeva per il culo).


“Ciao mamma, dai non mi scocciare che ho voglia di stare sveglia. Lo so che devo dormire (tanto lo so che è una scusa così dormi pure tu!) ma mi son fatta un pisolino dalle 9 alle 11, posso stare un po’ sveglia, su! Senti, non mi dire che tutti stanno dormendo perché tanto non ci credo. Guarda ora chiamo il fratellino che viene da me e giochiamo: – Neneeeeeeeee! Neneeeeeee! Ma che dici, dorme? Che fessacchione! Non lo sa che le cose migliori accadono la notte?!?! Intanto se potessi bere sarebbe una buona cosa che quella salsiccia che mi hai fatto assaggiare stasera mi sa che mi ha messo su una sete… sì, mamma sì, voglio l’acqua! Ma perché ogni tanto mi parli con quella voce da idiota che sembra che stai parlando con una neonata? Guarda che ho già 18 anni (?!?!?!?)…mesi mesi…ho 18 mesi. Dà qua…glugluglu…haaaa! Ora va meglio….dunque che facciamo? Io ho voglia di scendere da ‘sto letto, dai andiamo a cercare Mimmi (Minnie) che dobbiamo giocare. Andiamo in cameretta… per favore accendi la luce che sono ancora una nanetta? No?!?!? E perché? Dorme il fratellino? E che me frega! Tu lo sai quante volte lui disturba me mentre dormo e mi sveglia…se lo faccio io una volta non succede nulla! E non fare quella faccia costipata, che sarà mai…passi una notte diversa, dici sempre che ti manca passare le notti in movimento, meglio di così! Dov’è Mimmi? Mimmiiiiii!!! Ecco Mimmi!! A che ci sei prendi pure Pippi (Pippo) e tutta la Casa di Topolino così mi metti il ballettopolo e balliamo un po’. Uh guarda il libro di Nene (il fratello), prendiamolo e leggiamolo, dai! Torniamo in camera tua che c’è la lampada che mi piace tanto…è alta, bella…sì, quella che una volta ho fatto crollare e si è smontata tutta (bell’Ikea!) che papà non lo sa. Aspetta che salire sul letto con ste gambe corte…ma tra po’ vedrai come ci zompo su! Ooooh che bello questo libro! C’è miiiiiiiiu (gatto), e anche qui miiiiiiiu come scusa? Prendi un altro libro con i miiiiiu? e vai! Ti aspetto qui, vediamo un po’ cosa mi porta che se mi fa un attentato e invece di leggere vuole farmi dormire devo difendermi. Oh no, che bello hai davvero preso un altro libro… bello con questi pupazzoni, come hai detto che si chiamano? Ppappà (Barbapapà) uh c’è miiiiiiu e pure piiiii (uccellino, nella fattispecie un tucano) e guarda! Pure bbabbà (cane) bello… cerchiamo gli altri…uh miiiiiu, bbabbà…miiiiiiu, bbabbà e piiiiii. Che libro impegnativo mamma, su adesso basta con questa tua smania alternativo/intellettuale di volermi fare apprezzare i libri: sò bbelli, ok, però la lettura stanca il cervello. Facciamo qualcosa di movimentato…tipo andiamo di là, vediamo se c’è “Masha e Orso” o Topolino, apri il divano e ci zompetto un po’ su. Non vuoi aprirlo perché è notte e dici che non si può saltare a quest’ora? Mammaaaaa, pronto! Ma se sono tutti anziani in questo palazzo e sono sicura che non ci sentono, perché io non posso saltare? A volte mamma certe tue affermazioni non le capisco proprio. Tipo “Non aprire quel cassetto!” mentre tu quel cassetto lo apri; “attenta a non staccare la spina della macchinetta del caffè, non si tocca, è pericoloso!” e invece tu lo fai…se è pericoloso per me, lo è pure per te, no? Insomma come dici tu? Non ha senso.

Mamma cara, lo sai che ti voglio bene nonostante la tua faccia in questo momento sembra dire “bambina pestifera perché non dormi”, mi è passato il sonno e poi queste gengive mi prudono stanotte tanto… scusami! Quanta pazienza che hai, e capisco quel tuo arrabbiarti ogni tanto soprattutto con Nene che, devi capire, pensa di essere messo da parte ma lo sappiamo che non è così! Tu fai tanto per noi, lo vediamo e quindi non curarti di ciò che ti dicono o che non ti dicono, secondo me stai facendo bene.

Mi sono scocciata di stare qui sul divano, prendiamo Mimmi e andiamo di nuovo sul lettone, magari do un altro sguardo al libro con i miiiiiiu! Bello, sì…però…aspetta che devo controllare una cosa nei cassetti del comò! Bene, bene si aprono e si chiudono alla perfezione, e guarda che sono stata brava, non mi sono neanche schiacciata le dita! Come dici? Proviamo a dormire? Eh…se lo dici tu! Vai spegni la luce, mi metto comoda qui e proviamo.

……

……

……

Mamma, senti proprio non ce la faccio. Mi voglio alzare, dai prendi Mimmi e andiamo a fare un giro! Eh? Sì sì prendi il passeggino! Coprimi che c’è freddo…ah ora sì, immagino di essere al parco che passeggio, oppure al centro commerciale che mi piace guardare i negozi, ci sono tante cose carine! Però posso farti una confessione? Quando usciamo e metti la capote di plastica trasparente non mi piace molto, non vedo bene il paesaggio, mi sento compressa e quindi mi addormento. Ho sentito che lo dicevi alle tue amiche che secondo te manca l’ossigeno lì sotto e mi addormento per questo…forse hai ragione. Che strano passeggiare al buio, per casa c’è tanto silenzio…i piiiii mi hai detto che dormono, e pure i bbabbà che in effetti non ho sentito; forse hai ragione bisogna dormire, che domani ho tante cose da fare. Yyyaaaawwwwwnnn…ah prima un bacetto….ti voglio bene mammamia!


Adesso dorme, sul passeggino e io non oso spostarla. Buona notte piccola “Queen of the night” (cit. Costanza Baby@The City)

Lav

Comments

comments

Lav
Lav

1 Comment

  1. costanza ha detto:

    I love this little queen of the night!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!