Matematica da mamma
marzo 12
Giornata della felicità 20 marzo 2016 – La Ginnastica della Felicità
marzo 20

5 cose da fare dopo che hai sgridato tuo figlio

1035x441-R1234_FEA_HULK_A

Allora la situazione è questa: hai appena rimproverato tuo figlio perché ha per l’ennesima volta fatto una cosa che non doveva fare. E per rimproverato voglio dire STRILLATO.

Nonostante tutti i tuoi tentativi di mantenere la calma, di restare lucida e distaccata davanti al disastro hai perso le staffe. Ormai l’hai fatto, magari hai usato parole dure e purtroppo ci saranno delle conseguenze. Soprattutto per il tuo sistema nervoso. Tutto è successo velocemente, magari non rendendotene davvero conto, ma ora è finita.

Che cosa farai adesso?

Ci sono 5 cose da fare dopo aver sgridato i tuoi figli.

1- Respirare: Quando sei arrabbiata, i tuo corpo inizia ad entrare in modalità “sopravvivenza” , cioè il cuore batte più velocemente, il respiro si accorcia, i muscoli diventano tesi e si perde lucidità Per questo è essenziale tornare alla normalità con un po’ di respiri profondi. Non fare e non dire niente prima di averne fatti almeno 5.

2- Evita l’effetto ripetizione: Sicuramente tuo figlio non avrà abbandonato né la discussione, né il comportamento sbagliato. Quello che bisogna fare è evitare di ricominciare a strillare. Ricordati che tu sei responsabile delle tue azioni e che sei tu che devi mantenere il self-control, anche se pochi minuti prima sei andata fuori di testa.

3- Assumersi le proprie responsabilità: Non importa chi abbia iniziato. Cerca di insegnare a tuo figlio come prendersi le proprie responsabilità. Per esempio potresti dire ” Oh, mi dispiace, ho veramente lasciato che la rabbia prendesse il sopravvento ” mantenendo l’attenzione su di te senza aggiungere, che ne so, per dire”…ma tu avresti dovuto”.

4-Datti una seconda possibilità: prenditi la possibilità di affrontare la situazione in maniera diversa dandoti una seconda possibilità. Diciamo “Ok, proverò a dirtelo di nuovo senza urlare”, oppure “Ero talmente arrabbiata poco fa che credo di non aver sentito quello che stavi dicendo”. Se vedi che la rabbia sta prendendo di nuovo il sopravvento, fermati, fai un bel respiro e riprova dopo un po’.

5- Cerchiamo di riparare la relazione: Una volta che hai sgridato tuo figlio, oppure lo hai punito, tuo figlio si sentirà staccato da te. Prenditi il tempo per riflettere su ciò che è successo, cercando di trovare il modo di riparare alla situazione. Parlare con vostro figlio, fare insieme qualcosa, condividere un evento, potrà aiutare a trovare un contatto e parlare chiaramente e in termini comprensibili sull’accaduto. Potrete scoprire quanto vostro figlio possa capire la situazione, capire il perché della vostra reazione.

Questi sono dei piccoli punti importanti che in questi 7 anni provo a mettere in pratica. Negli anni sono diventata molto paziente, cosa che non avrei pensato di essere dieci anni fa. Ma devo ammettere che a volte mantenere la calma è veramente difficile, quindi ho cercato dei suggerimenti qui e là mettendo in questa lista le cose importanti da fare dopo una bella strillata. Senza dimenticare che se urliamo, non è che siamo cattive mamme. Forse siamo un tantino spinte verso il limite, se urlate siete normali!

Ah…. e non dimentichiamoci che a volte anche un bel bicchierino di vino a fine giornata può farci trovare un po’ di calma… ahahahahah!!!

Lav

Comments

comments

Lav
Lav

1 Comment

  1. […] Quando un’emozione sopraggiunge non va repressa, qualunque essa sia; distaccandocene, va confessata a chi ci sta vicino. In un momento di tensione, per esempio, può essere utile dire al proprio interlocutore: “Scusami, mi rendo conto di essere arrabbiato, tu non c’entri nulla, è solo un mio conflitto interno che devo gestire. Possiamo sospendere questa discussione per qualche minuto?” (Come già avevamo visto su questo post). […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!